Benvenuto sul portale Gescofid

Corso San Gottardo 73

6830 Chiasso, Svizzera

08:00 - 12:00 / 13:30 - 17:30

dal Lunedì al Venerdì

Business Plan per Start Up: cosa serve e come elaborarlo

Business Plan per Start Up: cosa serve e come elaborarlo

Al fine di una presentazione corretta di idea di business, una start up non può prescindere dalla stesura di un business plan. Vediamo alcuni utili consigli per imprenditori alle prime armi.


Cos’è un business plan

Nella sua forma più semplice, un business plan, cioè un piano aziendale, è una guida, una tabella di marcia per la propria attività, con il quale si descrivono gli obiettivi e i dettagli su come si intende conseguire quegli obiettivi.

In pratica, il business plan è uno strumento molto importante per determinare una pianificazione tanto finanziaria quanto economica. Un aspetto di vitale importanza, in particolar modo, per una start up.

 

L’importanza di un business plan per una start up

Nella new economy, la locuzione start up indica, di solito, una azienda dalle piccole dimensioni che si presenta sul mercato a seguito di una innovativa idea. Un esempio è dato dalle nuove tecnologie.

Al fine di una presentazione corretta di idea di business, una start up non può prescindere dalla stesura di un business plan.

La valenza, ovvero, l’importanza di un business plan per una start up, è data dal fatto che questo è il documento ove vengono ad essere sintetizzati quelli che sono le caratteristiche e i relativi contenuti di tutto il progetto imprenditoriale. Oltre che essere utilizzato nei confronti di quelli che possono essere i potenziali investitori o finanziatori, un business plan è importante per una start up anche per una gestione e per una pianificazione aziendale, oltre che una corretta comunicazione esterna.

 

Come una start up può elaborare in modo efficace un business plan

In primis è da sottolineare che, per elaborarne uno in modo efficace, per un business plan, non vi è una specifica struttura fissa. Infatti, ogni start up, dovrà andare a formulare un business plan sulla base del proprio fine. Comunque, uno schema generale a cui si può fare riferimento, prevede:

      • Una parte che sarà descrittiva generale,
      • Una parte che andrà a delineare il servizio oppure il prodotto
      • Una parte è da riservare a quella che sarà il mercato proprio di riferimento
      • Una parte finale sarà prettamente numerica, dato che in essa dovranno essere dettagliatamente indicati gli aspetti finanziari ed economici
      • A conclusione, sarà necessario redigere una generale sintesi ove si andranno a riassumere tutti quelli che sono i fondamentali concetti del proprio business plan.

Quindi, sul come una start up possa elaborare, in modo efficace, un business plan è bene rammentare che la sua struttura deve prevedere, fondamentalmente due parti. Questa macro aree sono:

 1.     La parte iniziale, ovvero quella descrittiva 
 2.     La parte successiva, ossia quella ove vi sono riportati i dati finanziari ed economici.

 Sul sito della Confederazione Svizzera possiamo trovare alcuni modelli ed esempi di business plan.

In conclusione, per elaborare in modo efficace un business plan, una start up dovrà porre attenzione tanto alla parte qualitativa quanto a quella quantitativa.

LEGGI ANCHE